I Piatti della Bilancia In ottobre a Campogalliano (MO) rassegna culinaria nel segno dell'equilibrio tra sapori

17 settembre 2009
I Piatti della Bilancia In ottobre a Campogalliano (MO) rassegna culinaria nel segno dell'equilibrio tra sapori

Per una volta, la bilancia non approssima il piatto per difetto. Anzi, lo arricchisce. Perche' a Campogalliano (MO), dal primo ottobre 2009, un'iniziativa gastronomica riesce nellíintento di rovesciare il paradigma che vuole nemico giurato della buona tavola lo strumento deputato a giudicare la nostra condotta alimentare con un "pesante" verdetto. Nella citta' che ospita l'unico museo in Italia ad essa dedicato, una serie di piatti e menu ispirati alla bilancia (protagonisti il Parmigiano-Reggiano, il Lambrusco e la Pera) promettono di trascinare i visitatori alla scoperta di pranzi e cene a ticket fisso di 28 euro. Sono i Piatti della Bilancia, rassegna giunta all'ottava edizione che regala, a buongustai e appassionati, le perle culinarie di chef capaci di "giocare" con i sapori locali, la semplicita' e la qualita' degli ingredienti di stagione e un misurato estro nell'elaborazione delle ricette. L'equilibrio di profumi e sapori, o il loro contrasto, E' assicurato, i piatti hanno una ricchezza di gusti capace di incantare il commensale. E se un menu non basta per accontentare il palato se ne possono scegliere tanti altri. Questa e' la scommessa de I Piatti della Bilancia per cui gli chef hanno scelto tra i prodotti tipici della tradizione modenese tre glorie della nostra cucina: il Parmigiano-Reggiano, la Pera e il Lambrusco. Ne nascono cappellacci di patate in salsa al Lambrusco, il tosone con pancetta il gelato al Parmigiano-Reggiano con aceto balsamico, il sorbetto al Lambrusco e popcorn e ancora il budino di Parmigiano-Reggiano con salsa al pomodoro. Una meravigliosa sfida, un gioco di fantasie, di degustazioni gioiose, di 'matrimoni d'amore' tra specialita': nei Piatti, nella promiscuita' sempre presente tra anima e gola, si stemperano le sequenze cromatiche stagionali, i colori dorati del Parmigiano-Reggiano, il violaceo del Lambrusco, il bianco della polpa della Pera. Rimaniamo fedeli alle profonde radici del mondo gastronomico modenese - dicono gli chef - dove sono ancora cose di virtu' e pregio, e invitati d'onore sulle nostre tavole, il Lambrusco sano e frizzante, il Parmigiano-Reggiano che e' da almeno otto secoli un gran formaggio e la Pera frutto dell'equilibrio per eccellenza. L'itinerario, nelle vie del centro storico, nelle frazioni o vicino alle acque dei laghi Curiel, e' la pura esaltazione del cibo o meglio della cucina da leggersi con linguaggi del tutto personali. Il circuito dei ristoranti che partecipano alla rassegna riunisce: Trattoria Barchetta (venerdi' e sabato sera, 059 526218), La Ca' di mat (giovedi' sera, 059 527675), La Falda (venerdi' sera, 059 528416  333 3042481), La Gentile (tutti i giorni a pranzo e a cena tranne sabato e domenica, 059 525938), Ristorante Laghi (venerdì e domenica, 056 526988) Chi visita Campogalliano nel mese di ottobre puo' prenotare il proprio rendez-vous con i Piatti della Bilancia avvisando con almeno 24 ore di anticipo I piatti restano comunque disponibili tutto l'anno previo accordo con i ristoratori che sono in grado di offrire, nella cornice piu' rappresentativa d'ogni singolo locale, dalle colazioni di lavoro alle cene piu' raffinate.

Per informazioni: Museo della Bilancia

Via Garibaldi 34, 41011 Campogalliano (Mo)

Tel. 059.527133